Olio di semi di melagrana made in Irpinia studiato dall’Istituto di Scienze dell’alimentazione CNR di Avellino

Nel mondo della ricerca cresce sempre di più l’attenzione verso quegli alimenti capaci di preservare il nostro stato di salute (Nutraceutica).

I ricercatori dell’Istituto di Scienze dell’alimentazione CNR di Avellino hanno studiato l’olio di semi di melagrana dell’azienda Giovomel di Aiello del Sabato ottenendo ottimi risultati ai fini di un suo utilizzo nella dieta quale alimento salutistico.
Lo studio dal titolo “Oxidative Stability of Pomegranate (Punica granatum L.) Seed Oil to Simulated Gastric Conditions and Thermal Stress” è stato pubblicato sulla rivista scientifica internazionale Journal of Agricultural and Food Chemistry.

_mg_2385

Nei semi della melagrana è contenuto un olio la cui composizione è caratterizzata da un’elevata presenza di acido punicico, un acido grasso polinsaturo dalle notevoli proprietà benefiche che in natura non si trova a così alte concentrazioni e che prende il nome proprio dal melograno (Punica granatum).

Le principali proprietà sono: potente antiossidante, neuroprotettivo, azione antinfiammatoria, nefroprotettivo, protettivo del fegato, utile nel rafforzamento del sistema immunitario, nel miglioramento del metabolismo dei carboidrati e nella riduzione dell’insulino resistenza. Inoltre l’olio può essere applicato sulla pelle conferendo un’azione rigenerante, ristrutturante e cicatrizzante. Tali proprietà sono state evidenziate da numerosi studi farmacologici.

Nell’azienda Giovomel di Aiello del Sabato da anni si coltivano varietà locali di melograno i cui frutti vengono trasformati in prodotti ad uso salutistico, tra questi l’olio di semi di melagrana ottenuto con procedimenti meccanici di pressatura senza l’utilizzo di solventi e non sottoposto a processi di raffinazione.

img_20160617_114213

Lo studio del gruppo di ricerca del CNR di Avellino supporta il potenziale utilizzo dell’olio di semi di melagrana come alimento salutistico e come integratore alimentare. In particolare è stata valutata la stabilità dell’olio esposto ad alte temperature e in condizioni gastriche simulate. I risultati hanno evidenziato una ottima stabilità dopo i trattamenti sopra descritti.

Annunci

Biodiversità? Ecco il nostro contributo

Sul nostro pianeta ogni anno scompaiono 27 000 specie vegetali e animali, 10 milioni di ettari di foreste pluviali sono distrutte per lasciare spazio a palme da olio e agricoltura industriale, mangrovie e barriere coralline si sono ridotte del 35% e 20% rispettivamente, inoltre si sta assistendo a una perdita graduale di api utili impollinatrici.

Tutto ciò è da ricondurre a incontrollate politiche industriali le cui tragiche conseguenze sulla qualità della vita le stiamo già subendo.

Di seguito raccontiamo la nostra storia e il nostro contributo per la tutela della biodiversità dell’agricoltura irpina.

Nel 2000 in provincia di Avellino si contavano pochi esemplari dei due ecotipi di Melograno “Roce” e “Granato” di Aiello del Sabato.

melograni zucche

Alcuni alberi longevi quasi del tutto abbandonati si trovavano ad Aiello del Sabato, nei terreni dell’attuale azienda agricola Giovomel. Nonostante il cattivo stato le piante producevano frutti straordinari dal sapore dolce e aromatico con granelli di grandi dimensioni dal colore rosso scuro e seme morbido da poter masticare.

Gli alberi delle due varietà sono stati poi curati e studiati attentamente. I risultati sono stati sorprendenti in quanto è stato notato un buon adattamento ma soprattutto la qualità delle melagrane è risultata ottima.

Il clima irpino e le caratteristiche intrinseche delle due varietà consentono di avere frutti dal gusto, aroma e colore di maggiore intensità.

2014-10-16 16.25.24

Negli anni successivi le due varietà “Roce” e “Granato” vengono riprodotte per la realizzazione di impianti specializzati e oggi si può dire di aver recuperato un patrimonio genetico di grande valore per la biodiversità del territorio irpino.

Il Melograno Irpino studiato per l’attività antitumorale

I frutti delle nostre varietà locali “Roce” e “Granato” di Aiello del Sabato sono stati studiati presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e in particolare la varietà Granato ha mostrato buona attività antiossidante e capacità di inibire la crescita di cellule di cancro della vescica.

_MG_2551

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Food Chemistry il 27 gennaio 2016, ad esso hanno collaborato diversi dipartimenti dell’Università “La Sapienza” di Roma.

La melagrana è un alimento funzionale di grande interesse per i suoi molteplici effetti benefici sulla salute umana.
Questo frutto è ricco di antociani e ellagitannini, sostanze che esercitano un ruolo protettivo nei confronti di malattie degenerative e stati infiammatori.

Lo scopo del lavoro era ottimizzare la procedura di estrazione, da diverse parti
del frutto, per ottenere estratti ricchi in polifenoli selezionati.
Il frutto intero e il pericarpo di cultivar di melograno, aventi origine geografica diversa, sono stati sottoposti a diversi metodi di estrazione. Gli estratti ottenuti sono stati analizzati per il contenuto polifenolico, valutati per la capacità antiossidante e testati per l’attività antiproliferativa su cellule del cancro della vescica umano.
I risultati hanno mostrato che la capacità antiossidante è direttamente correlata al contenuto fenolico, mentre l’attività di inibire le cellule tumorali è da attribuire principalmente all’acido ellagico contenuto nelle melagrane.

Melograno per la protezione di stomaco, intestino e fegato

I polifenoli del frutto hanno un’azione gastroprotettiva per le loro proprietà antinfiammatorie, antibatteriche e astringenti.

Gli ellagitannini, polifenoli contenuti nelle melagrane, si legano con le proteine ​​dei tessuti formando uno strato protettivo nella mucosa gastrica, questo complesso tannino-proteina protegge lo stomaco favorendo una maggiore resistenza a lesioni o irritazioni da agenti chimici.

_MG_2484

Un interessante studio su animali ha evidenziato le virtù gastroprotettive dell’estratto del pericarpo nei confronti dei danni indotti da etanolo (alcol etilico). In base ai risultati ottenuti sembra che la componente fenolica di cui è ricca la buccia del melograno sia in grado di provocare un rafforzamento della barriera della mucosa gastrica e una riduzione delle lesioni ulcerose.

L’azione protettiva può essere dovuta anche all’attività antibatterica del pericarpo, infatti in uno studio è stato visto che l’estratto acquoso di pericarpo ha inibito in modo significativo la crescita di Helicobacter pylori, il maggior batterio patogeno nelle gastriti e ulcere gastriche.

In studi in vivo su animali è stato osservato l’effetto protettivo del melograno sul fegato. In particolare l’estratto dei fiori ha manifestato un’azione epatoprotettiva contro gli effetti tossici indotti dal nitrilotriacetato ferrico.

Una recente ricerca ha inoltre rivelato che l’estratto di semi di melograno possiede una significativa attività antidiarroica in presenza di fattori scatenanti specifici (PGE2 e castrol oil). A tal proposito, è utile osservare che l’acido ellagico, come astringente intestinale, presenta il vantaggio di essere insolubile nel succo gastrico acido, mentre può sciogliersi nel succo enterico avente reazione alcalina. L’acido ellagico non possiede perciò alcuna azione irritante sullo stomaco.

 

Gli alimenti del futuro: i Super Cibi

Non è una definizione ufficiale, i “super cibi” fanno parte di un ampio concetto di stile di vita che prevede anche il rispetto dell’ambiente e il consumo di cibo poco trattato industrialmente.

aloe-vera.ico

Rispetto agli altri alimenti i super cibi hanno maggiore densità di nutrienti, contengono più micronutrienti, sali minerali, vitamine, antiossidanti, polifenoli e sostanze fitochimiche di origine vegetale.

SALVIA HISPANICA

Se consumati regolarmente aiutano l’organismo a ritrovare il benessere rallentando anche i processi di invecchiamento.

Giovomel

Eccone alcuni esempi: Maca, Semi di Chia, Melograno, Spirulina, Semi di Canapa, Mirtilli, Aloe, Cacao, Funghi Shiitake, Bacche di Goji, Clorella, Barbabietola rossa, Baobab, Bacche di Sambuco, Alchechengio, Ribes nero.

Nell’azienda biologica Giovomel si coltivano super frutti come melagrane, mirtilli, lamponi, ribes e altri che vengono trasformati in succhi 100%, frullati, composte e altri alimenti naturali.

Perzechè: pelle liscia e rosea come una pesca

“Perzechella”, che in dialetto napoletano vuol dire piccola pesca, è un nomignolo con cui vengono chiamate le giovani donne che vantano una pelle liscia e colorita proprio come una pesca.
A tal proposito di seguito parliamo di una delle principali cause dell’invecchiamento precoce della cute: i radicali liberi.

melograno
Intensa attività sportiva, vita frenetica, affaticamento fisico ed emotivo causano la formazione nel nostro organismo dei radicali liberi.
Si tratta di molecole molto reattive che provocano danni a livello cellulare agendo in particolare su lipidi, proteine e sul DNA modificandone la struttura chimica e provocando mutazioni e alterazioni permanenti.
L’azione incontrollata dei radicali liberi causa una rapida e precoce degenerazione delle cellule dei tessuti che si manifesta con l’invecchiamento precoce della pelle (rughe, macchie cutanee ecc.) o, nei casi più gravi, con l’avvento di malattie degenerative (Alzheimer, Parkinson, Sclerosi a placche).
Il livello di queste molecole “ossidanti” può essere misurato con una semplice analisi che individua l’indice di Stress Ossidativo.

puro succo melograno

I radicali liberi si combattono con speciali sostanze naturali: gli antiossidanti o antiradicalici.
Questi limitano le reazioni di ossidazione evitando l’insorgenza di reazioni a catena da parte dei radicali liberi con conseguente danno cellulare.
Un’azione antiossidante molto efficace viene svolta dai polifenoli del Melograno: antocianine, punicalagine, acido ellagico.
Queste sostanze sono anche alla base delle proprietà benefiche per il sistema cardiovascolare e per l’azione antinfiammatoria.

Pronti per un nuovo progetto!

L’azienda Biologica Giovomel avrà a disposizione un nuovo terreno dove impiantare Melograni autoctoni.
Si tratta di un appezzamento in collina con buona esposizione a mezzogiorno, condizioni ideali per l’ottenimento di frutti di buona qualità. Infatti il clima dell’Irpinia è caratterizzato da buone escursioni termiche sia stagionali che giornaliere, ciò garantisce un’elevata qualità dei frutti sia in termini di profumi e aromi che per il contenuto di sostanze benefiche.

Giovomel

Nonostante nel nostro paese ci sia una situazione economica non facile noi abbiamo deciso di continuare a investire nell’agricoltura di qualità, crediamo che l’alimentazione sana del territorio sia il cibo del futuro ed un valido aiuto contro gli inconvenienti legati allo stile di vita occidentale.

Cibo a Km 0? siamo ancora lontani…

L’attenzione verso le questioni ambientali e la salubrità degli alimenti è in costante aumento visto le conseguenze e gli effetti ormai evidenti di un’alimentazione “industriale” e stili di vita poco corretti. Sono ormai all’ordine del giorno allergie e intolleranze alimentari, inconvenienti che influenzano negativamente la qualità della vita, per non parlare poi di infiammazioni e altri problemi di salute. Così già da alcuni anni si pensa agli effetti sull’ambiente che può avere la produzione di cibo industriale e il suo trasporto in tutto il mondo, oltre alla qualità intrinseca degli alimenti. Le vendite del biologico sono in crescita esponenziale e il km 0 si sta sviluppando.

mirtilli giovomelAcquistando alimenti a km 0 di produzione locale e artigianale si ha modo di conoscere il loro processo produttivo e la loro composizione avendo un rapporto diretto e di fiducia con l’azienda, si riduce l’inquinamento in quanto non vi è un lungo trasporto dei prodotti e spesso questi sono freschi e non richiedono imballaggi per la conservazione, infine quando si sceglie un’azienda agricola vicina viene alimentata l’economia e l’occupazione del proprio territorio.

cesto melagrane

Oggi però siamo ancora “lontani” dal km 0, sulle nostre tavole abbiamo cibi prodotti a migliaia di km di distanza i cui ingredienti ne hanno percorsi altrettanti. Pensiamo alla pasta, l’alimento tra i più consumati, anche più volte alla settimana. Anche se prodotta nel nostro paese il suo ingrediente principale (il grano) proviene nella maggior parte dei casi da altri continenti (Australia, America, Asia) e non dal campo di un agricoltore del nostro comune.

Il Progetto Giovomel: un progetto di vita

Coltivare frutti con proprietà benefiche e lavorare in un ambiente sano dove vivere insieme alla famiglia condividendo passioni, natura e la tranquillità della campagna irpina.

cropped-sit.jpg

Dopo aver scoperto da numerosi studi le proprietà benefiche del melograno e dei piccoli frutti il giovane Agronomo, oggi titolare dell’azienda biologica Giovomel, decide dopo la laurea conseguita nel 2002 di iniziare a valutare ecotipi locali di Melograno coltivandoli nei terreni di famiglia ad Aiello del Sabato in provincia di Avellino.

raccolta melograno

Negli anni questi ecotipi hanno mostrato buoni risultati agronomici e in particolare una ottima qualità dei frutti sia dal punto di vista organolettico che per il contenuto in polifenoli (antiossidanti) e sostanze benefiche.

Questi risultati sono legati anche alle particolari caratteristiche dei luoghi di coltivazione, il clima dell’Irpinia insieme alla componente pedologica dei suoli è una condizione fondamentale per l’affermazione e lo sviluppo di una frutticoltura di qualità in quanto le basse temperature, sia invernali che estive, limitano problemi fitosanitari e attacchi di insetti e inoltre contribuiscono alla qualità dei frutti migliorandone il sapore e il contenuto di antiossidanti.

I frutti coltivati in azienda sono melagrane, lamponi, ribes e altri piccoli frutti. Tutti questi hanno proprietà benefiche importanti ognuno con la propria azione specifica.

Nel laboratorio della Giovomel si effettua la trasformazione artigianale e il confezionamento dei seguenti prodotti:

Frullato (succo e purea) 100% melograno

Composte di frutti rossi (lamponi, ribes, mirtilli, melagrana)

giovomel
La forte passione ha spinto sempre di più a studiare, ricercare e sviluppare il progetto sia dal punto di vista della coltivazione, a cui si sono aggiunti poi anche i frutti di bosco, che per la realizzazione di prodotti innovativi a scopo salutistico.

Pancake integrali con composta di Lamponi

Ecco una ricetta semplice e veloce per una gustosa colazione.

Pancake integrali con composta di Lamponi

pancake, composta, lamponi

Ricetta per 4 persone

Farina integrale 100g

Latte intero 125g

un pizzico di sale

un cucchiaio di olio di mais

un uovo

un cucchiaio di zucchero integrale

un cucchiaino di lievito per dolci

Mescolare l’uovo, il latte, l’olio e aggiungere man mano gli ingredienti secchi. Lavorare il tutto fino a formare un composto senza grumi. Ungere una padella anti aderente con olio e versare la pastella a cucchiaiate. Servire i pancake caldi con la composta di Lamponi.

Buona colazione da Giovomel!